giovedì 27 marzo 2008

RIFIUTI:PALERMO COME NAPOLI...

Ricevo e pubblico...
Lettera aperta al Sindaco di Palermo
Rifiuti : Palermo come Napoli
Eg. Sig. Sindaco
Credo che sia maturo il tempo affinché Ella, assuma una posizione drastica e inequivocabile nei confronti di chi oggi è titolato a gestire i CdA delle Aziende ex municipalizzate,in particolare quelli dell’AMIA e dell’ AMAT.
Vergogne e scempi nella conduzione di queste Aziende, sono sotto gli occhi di tutti.
E’ fin troppo evidente l’incapacità gestionale che sta dimostrando chi gestisce. Sig. Sindaco
Per favore li CACCI VIA! E metta alla guida di queste Aziende veri Manager che possano svolgere un servizio migliore per il bene della città.
Malgrado l’aumento della TARSU al 75% nella città di Paleremo, è incomprensibile la gestione della azienda AMIA, anche con i continui trasferimenti di bilancio, essa è perennemente in deficit. Ciò dimostra lo spreco e la cattiva gestione di chi ne è responsabile.
Non sono più tollerabili le apparizioni sul giornale di Presidenti e Direttori che, con faccia d’angelo, mandano messaggi distensivi.
Il dato vero è che, sia i lavoratori che vi operano sia i cittadini, sono costretti in permanente sofferenza.
Qualcuno dovrebbe giustificare alla città l’imbroglio della raccolta differenziata e l’imbroglio della delle autovetture dei mezzi pubblici.
Sig. Sindaco
I cittadini non sopportano più l’invasione dei partiti nella gestione della cosa pubblica. L’incapacità, l’ignoranza e l’arroganza, sono le caratteristiche di questi falsi Manager che gestiscono le due ex municipalizzate (AMIA e AMAT), la loro azione volge solo per fini personali ed egoistici, la gestione sfrenata di consulenze e di interventi straordinari di vario tipo denotano una gestione scellerata del denaro pubblico.
Sig. Sindaco
LI CACCI VIA! Prenda in mano la situazione e risani le Aziende cambiando lo staff dirigenziale. Così continuando non potrà mai risanarle, anche continuando ad elargire trasferimento di bilancio, in quanto la gestione è sempre la stessa, cioè il buco nero.
Quindi, Si al primato della politica, No agli apprendisti stregoni, nani e ballerini individuati dai partiti, nella gestione dei servizi pubblici.
Sig. Sindaco
Forse Ella non ha chiaro che se non interverrà subito, è la Sua immagine e la Sua persona che perderà di credibilità e di consenso fra i cittadini.
Nella stessa misura, come hanno perso di credibilità e immagine quegli amministratori che nel gestire gli ATO nella provincia di Palermo anziché pensare all’igiene ambientale e al bene dei cittadini, hanno pensato e pensano agli interessi strettamente personali. Basta vedere quello che ogni giorno si legge sulla stampa per la gestione dei tanti ATO che, malgrado le tasse che i cittadini pagano, non riescono a garantire il minimo indispensabile dei servizi e degli stipendi dei lavoratori.
Le Aziende di questo settore, che aderiscono a ConfimpreseItalia, pur volendo svolgere il proprio ruolo e la propria funzione, restano in attesa di attivare ogni forma ed azione legittima civile di protesta, affinché la politica della cosa pubblica venga tolta dalle mani dei Barbari.
Vice Presidente Nazionale ConfimpreseItalia
Dott. Agostino Portanova

***
Il Dott.Portanova sostiene il "PARTITO DEL SUD-ALLEANZA MERIDIONALE"

1 commento:

Antonino ha detto...

Ciao a tutti,

evidentemente il problema dei rifiuti a Palermo è molto sentito perchè anche io ho aperto un Blog sul tema.

Come descritto nel primo post in una bella mattinata di primavera mi sono ritrovato davanti ad un spettacolo indecoroso, testimoniato da qualche fotografia. http://palermocomenapoli.blogspot.com/