lunedì 1 dicembre 2008

LA BOMBA DI PRISTINA "PARLA" IN TEDESCO"(Albania News)

CLICCA : La bomba di Pristina "parla" in tedesco?
La notizia,tenuta nascosta all’inizio,è stata resa pubblica dal giornale "Express" di Pristina, e...

*******

Fonte: www.albanianews.it ....

3 commenti:

Anonimo ha detto...

E doloroso scoprire che un paese che noi albanesi amiamo,abbia fatto una cosa cosi infame,dove lo acopo di queste provocazioni del servizio segreto tedesco contro di noi,e chiaro che il sentimento per il popolo tedesco e per la Germania rimangono imutati,ma non si puo nascondere neanche il fatto,che l'amicizia e stata daneggiata gravemente.
Per fortuna non e il servizio turco,se no chi sentiva le teste lisce come palle di bigliardo,a inveire contro l'islam e l'amicizia fraterna turco-albanese.
Ma come sempre detto da noi,mai e poi mai verra fatto del male agli albanesi dai turchi,ma solo bene e aiuto in ogni instante.

ENTON ha detto...

I Turchi fratelli :o, ma stai scherzando!!!!!Ma se ci hanno ammazzati e assimilati per 500 anni(500 anni di buio medioevo), non dimenticare che il 28 novembre abbiamo festeggiato l'indipendenza dal turco.!!!Poi che nei giorni nostri sia amico o no , o che voglia del male o no , un altro discorso , ma il passato è molto pesante!!!
Faccio un paragone , puo sembrare assurdo adesso ma...fra 500 anni i nostri pro nipoti dirano ... i serbi... nostri fratelli ... quando mai possono volerci del male...è invece il tempo non deve cambiare le cose ,,,che i serbi rimangano negli anni quelli per cui si sono comportati ma altrettanto i turchi... questo è il mio pensiero al riguardo!!
!E spero che mai facciano parte anche della UE, non facendo parte del europa!!!
Per quanto riguarda il fatto concretto della bomba veramente una scopreta inaspettata e strana!!!I fatti che seguiranno rivelerano delle sorprese.
Saluti
Enton

RADIO KOSOVA E LIRE ha detto...

Radio Kosova e Lire
Quest'articolo lo potete trovare in albanese sul ]Radio Kosova e Lire[/b]: [url]http://www.radiokosovaelire.com/lajmet.php?id=2982[/url] essendo sig. Orazio uno dei collaboratori di questa radio.